24
Gen
2018

“Io sono una casa frustata dal vento…”

Io sono una casa frustata dal vento
Sono un guerriero che non conosce riposo
Sono un miraggio, un pastore, uno sposo
Sono un vecchio che è giovane dentro

Io sono un destino che ha urlato sentenze
Io sono un passato di penitenze
Sono l’enigma che sconfigge il tempo
E sono il tempo che lentamente apprende

Io sono un perdente, un eroe vivente
Sono lo storpio, il gigante che pende
Io sono tutto, e sono niente
Io sono la vita che non si arrende

Ti potrebbe interessare anche

Un tuffo nel giallo
La contemplazione della natura
“Speriamo non finisca mai l’inverno…”
Il nostro primo inverno sull’Appennino
Caprioli al tramonto
L’alba: un istante tra sogno e poesia

Lascia un commento