13
Dic
2017

Fattoria culturale

Uno dei nostri sogni è trasformare questa casa in un luogo di incontro e convivialità, una “fattoria culturale” dove coltivare passioni e relazioni, dove confrontarsi e condividere esperienze, idee, progetti, sensazioni, stili di vita e speranze.

Nei giorni scorsi, sfidando col sorriso l’allerta meteo, Gigi e Miriam sono arrivati da Napoli, carichi di prelibatezze e dei profumi della loro terra. Approfittando del maltempo, dopo aver bonificato dalla polvere la stanza degli ospiti, abbiamo dedicato un paio di giorni allo scambio culturale, approfondendo in particolare una questione che ci sta molto a cuore: quella enogastronomica 

C’è modo e modo di intendere la ricchezza, restiamo convinti che uno scrigno pieno di relazioni umane (e di ricette tipiche) sia tra le cose più preziose da possedere.

1 Commento

  1. Alessandro Palma

    È una idea fantastica, anch’io volevo provare a tirar su una fattoria culturale, fatta di eventi come musica lettture, esposizione fotografiche, evento culinari.
    Continuate così ragazzi non mollate siete il sogno di molte persone .

Lascia un commento